• Davide Gaeta

Cosa uso per fare VIDEORIPRESE IN ACQUA

Aggiornamento: 7 dic 2020

Una delle cose più belle delle attività acquatiche, che siano sportive o operative, è quella di rivedere le proprie azioni. I video possono essere utili per avere un feedback sul quale migliorarsi, per un utilizzo in ambito didattico, per avere materiale pubblicitario o semplicemente come ricordo.

Durante le attività preferisco dare più peso a quello che sto facendo che alle riprese, motivo per cui punto ad un'attrezzatura minimal, facile da utilizzare e poco ingombrante.

Di seguito ho voluto elencare quello che utilizzo per registrare il mio materiale.



GoPro Hero 7 White

Siccome tendenzialmente non mi piace smanettare molto tra le funzioni di un dispositivo, tra la vasta gamma che propone casa GoPro ho deciso di prendere una Hero7 White proprio per il suo essere letteralmente basic (non ha neache il classico minidisplay di fianco all'obiettivo).

La cam è molto robusta, resistente senza custodia fino a -10m di profondità, con ottime qualità video (FullHD 1080p@60fps), ma le possibilità di personalizzazione sono ridotte al minimo, motivo per cui non è consigliata a quanti vogliono avere pieno controllo di tutti i parametri di ripresa. Io invece quando sono in acqua voglio solo premere un pulsante e riprendere, non mi piace perdere tempo tra le impostazioni, quindi la reputo perfetta per le mie esigenze.



Dome

Tra gli accessori (non ufficiali) per GoPro è un must-have per chi usa la cam per fare video "a pelo d'acqua". Il Dome è una cupola trasparente in cui si inserisce la GoPro per fare video in cui si riprende sia sopra che sotto la superficie dell'acqua. Vero che con la sola cam si può lo stesso tenere l'obiettivo a mezz'acqua, ma la distanza tra acqua e obiettivo che crea il Dome aumenta notevolmente la qualità dell'immagine.

Prima di acquistarlo è bene vedere la compatibilità col proprio modello di GoPro.



Rain-X

Una delle cose più fastidiose quando si usano le cam nelle attività acquatiche di superficie è tornare a casa, rivedere i video e scoprire che una gocciolina bloccata sull'obiettivo ha rovinato minuti interi di riprese. Per risolvere questo problema applico sia sul Dome che sull'obiettivo della videocamera il Rain-X, un prodotto spray che nasce per far scorrere le gocce di pioggia dal parabrezza dell'auto.



Cubecam sul caschetto

Rifacendomi al concetto minimalista "less is more", sul caschetto utilizzo una Polarid Cube HD, piccola videocamera a forma di cubo, senza display, con un unico pulsante in alto per accenderla e far partire la ripresa. Durante un attività operativa non ho tempo per ragionare sulla cam, quindi mi agevola il fatto di dover soltanto premere un pulsante e basta.

Anche la GoPro ha realizzato un modello di CubeCam che si chiama Hero Session, però non è facile da trovare, ha un costo maggiore e il rapporto qualità/prezzo non la glorifica.



Action cam economica

La chiamo "la sacrificabile", è un action cam di backup acquistata a bassissimo prezzo. La uso in quei casi in cui, per il tipo di attività, è possibile perderla o romperla, oppure per una questione logistica è possibile che "scompaia". Su Amazon se ne trovano tantissime, di svariate marche e con pochi euro in più conviene acquistare anche la valigetta con l'intero kit-accessori (le viti meglio prenderle inox sennò l'acqua salata le rovina facilmente).


Rugged Phone

Da anni utilizzo come smartphone modelli rugged (resistenti ad urti, polvere e acqua), motivo per cui, quando non sono coinvolto nell'azione e posso dedicarmi a fare il cameraman, utilizzo stesso il telefono per fare riprese in acqua. Ormai le prestazioni delle cam di un cellulare raggiungono tranquillamente quelle di una buona videocamera.



Gimbal

Le riprese fuori dall'acqua (dalla spiaggia, sul bordo vasca, in aula, ecc), sia che siano statiche o in movimento, fatte con la videocamera in mano diventano mosse e vibranti. Per questo motivo è bene utilizzare un gimbal, stabilizzatore che permette di rendere le riprese più fluide e cinematografiche.

Come prodotto ho optato per un Moza MiniS: economico, semplice da utilizzare, ma soprattutto piccolo e pieghevole, quindi facile da portare con sé. Ho scelto un modello extension pole per poterlo utilizzare anche come selfiestick o regolare l'altezza del telefono quando uso il gimbal come treppiedi.



Cosa vorrei prendere in futuro..

Sicuramente tra i desideri c'è quello di comprare una videocamera per fare riprese a 360 gradi, come la GoPro Max o la Insta360, ma i costi per ora non si possono definire tra i più accessibili.




0 commenti

Post recenti

Mostra tutti