top of page
Blog: Blog2
Blog: Instagram
  • Immagine del redattoreDavide Gaeta

L'importanza di una corretta IDRATAZIONE

Aggiornamento: 1 ago 2023

L'acqua è l'elemento principe della dieta, e nel settore acquatico lo sanno bene i formatori dei corsi di sopravvivenza e salvataggio. Ma non è necessario vivere l'esperienza di un naufragio per capirlo. Questo argomento è importante anche per lifeguard e rescueswimmer: trascorrere ore in spiaggia o in acqua sono attività che portano subito ad un forte livello di disidratazione.

Il 50-70% del peso corporeo è dato dai fluidi. Questo significa che in un adulto medio di 70 kg l’acqua corporea totale è di circa 40 litri.

Il liquido per ⅔ si trova all’interno della cellule (LIC = liquido intracellulare) e il restante compartimento è dato dal liquido interstiziale e dal plasma sanguigno (LEC = liquido extracellulare).

Mediamente secondo una omeostasi idroelettrica basale ogni giorno vengono persi (OUT) circa 2 litri di acqua attraverso il sistema digerente (0,1 Lt), l’apparato tegumentario (0,1 Lt), l’apparato respiratorio (0,3 Lt) e il sistema urinario (1,5 Lt).

Questo volume pertanto viene reintrodotto (IN) attraverso il metabolismo basale e soprattutto attraverso la dieta.


Quando l’organismo è sottoposto ad alterazioni dell’omeostasi, come sforzi fisici o esposizioni a temperature elevate, la perdita di liquidi accresce e può diventare necessario reintrodurre diversi litri di acqua.


Per le prestazioni a cui sono sottoposti i soccorritori questa evenienza è molto probabile, pertanto è bene acquisire l’abitudine di mantenere un corretto regime di idratazione.

Per disidratazione si intende una perdita di 0,5-1 litri d’acqua (oltre è deficit di liquidi); questa perdita è fortemente incentivata dall’attività fisica e dall’aumento della temperatura. Le conseguenze sono una riduzione di volume plasmatico, flusso ematico cutaneo, gittata cardiaca, efficienza circolatoria e termoregolatoria, resistenza e VO2max, performance.


L’equilibrio elettrolitico è dato dal bilancio dei fluidi e dei minerali, al quale aggiungere quello vitaminico. Con la sudorazione si perdono oltre ai liquidi anche sali minerali che andranno quindi reintegrati.


 

Se ti è interessato l'argomento trattato in questo articolo puoi approfondire leggendo il mio libro:

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page