• Davide Gaeta

RECENSIONE LIBRO: Profondità - Guillaume Néry

Aggiornamento: gen 12

"La vita di un uomo è l'intervallo tra il suo primo e il suo ultimo respiro. Le mie immersioni si svolgono tra un ultimo e un primo respiro"

Guillaume Nery, classe '82, è senza dubbio uno degli apneisti più forti del globo, sceso ad oltre -125m di profondità in assetto costante (col solo aiuto della sua monopinna).

La sua celebrità è dovuta anche (o soprattutto) al video Free Fall - Jump in the Blue Hole, un celebre corto dell'apnea pubblicato nel 2010 e divenuto virale anche tra i non addetti ai lavori, vantando oltre 27 milioni di visualizzazioni.

Nel libro Profondità (titolo originale Profondeurs) riesce a catturare l'attenzione anche di un lettore che l'apnea non l'ha mai praticata o non ne ha mai avuto interesse.

La caratteristica che colpisce è che il libro è strutturato in modo da raccontare una discesa verso il fondo con relativa risalita: ad ogni capitolo corrisponde in sequenza una tappa del tuffo, dove l'autore descrive la fisiologia e le sensazioni che si realizzano ad ogni determinata quota, ricollegandole poi ad aneddoti della sua vita attraverso suggestive metafore.


Il testo non può ritenersi una mera autobiografia.

Leggendolo si salta in maniera sempre opportuna dalla storia dell'apnea e dei record AIDA/CMAS, alla fisiologia, dai consigli tecnici alla realizzazione del cortometraggio Free Fall, dalla psicologia fino alla filosofia, quest'ultima forse quale chiave dominante della narrazione, il tutto collegato in maniera mai banale.









0 commenti

Post recenti

Mostra tutti